Diritto e libertà

04 Novembre 2022

Quest'anno Giuliana Sgrena ha dato alle stampe, per la casa editrice il Saggiatore, Il libro "Donne Ingannate. Il velo come religione, identità e libertà".Il testo ha un'impostazione schiettamente giornalistica e ci racconta, attraverso il simbolo del velo islamico,

03 Novembre 2022

Tutto ciò che è “male” merita di diventare un reato? Tutte le possibili conseguenze di fenomeni sociali angoscianti e potenzialmente pericolosi – dai rave party di Modena ai pellegrinaggi dei nostalgici a Predappio – implicano necessariamente una tutela penale, perché suscitano fastidio e scandalo nelle persone (diversamente) dabbene?

02 Novembre 2022

Al netto dei primi provvedimenti del Governo: un decreto omnibus che sostanzialmente rimanda riforme (Cartabia), che tenta di aggirare la decisione della Consulta (ergastolo), che crea un reato di "invasione" per intercettare le chat dei partecipanti ai rave party

01 Novembre 2022


Meloni si dice “fiera della norma sull’Ergastolo Ostativo”. Vale a dire: “fiera di essermi messa al guinzaglio di Travaglio e Scarpinato”. 

28 Ottobre 2022

Da parecchi decenni il teppismo politico cosiddetto antagonista gode di una speciale immunità “antifascista”, dunque a non riconoscerne la legittimità, anzi la vera e propria intangibilità politica, si rischia di guadagnare una immediata e vergognosissima patente di fascismo 

14 Ottobre 2022

La vicenda umana e politica del cittadino russo Ilya Yashin è stata segnata in queste ultime settimane da nuovi passaggi che si sono svolti nelle aule di (in)giustizia della Federazione Russa. Ciò accade perché l’aggettivo “radicale”

13 Ottobre 2022

Liliana Segre ha già fatto tutto il necessario, tutto il resto sarà un'aggiunta o, più probabilmente, una sottrazione di senso a quanto da lei espresso nel corso della prima seduta del Senato appena eletto.

27 Settembre 2022

Il 19 settembre 2022 la pena di 7 anni inflitta al primo cittadino russo condannato per le leggi liberticide contro la libertà di opinione sul conflitto in Ucraina Aleksei Gorinov è stata ridotta a 6 anni e 11 mesi.