Istituzioni ed economia

19 Dicembre 2017

Il problema, in fondo, non è capire cosa farà Di Maio una volta diventato premier del primo governo a 5 stelle, se davvero convocherà un referendum per uscire dall’euro, magari avendo avuto cura di cambiare prima la Costituzione che non ammette referendum sui trattati internazionali, e se davvero a quell’ipotetico referendum voterà sì, come ha detto ieri.

Leggi tutto...
11 Dicembre 2017

È, di fatto, iniziata la campagna elettorale e, come sempre avviene, si è iniziato a parlare di pensioni: c’è chi vuole aumentare l’assegno minimo a 1.000€ al mese, chi vuole abolire in toto la legge Fornero e chi chiede di modificarla per attenuarne gli effetti. Ovviamente nessuno parla di mettere in sicurezza il sistema o diminuire gli assegni più alti. La ragione è semplice: i pensionati votano, chi dovrà pagare il costo maggiore di queste decisioni ancora no.

Leggi tutto...
05 Dicembre 2017

Il mare di sussidi pubblici, molti dei quali in forma di spesa fiscale, rispecchia un forte interventismo dello Stato nell’economia anche in assenza di partecipazioni pubbliche, e probabilmente rispecchia l’ipertrofia stratificata e polverizzata della nostra attività legislativa, piena di facilitazioni a questa o quella categoria, spesso senza una coerenza tra misure.

Leggi tutto...
04 Dicembre 2017

A un anno dal referendum costituzionale del 4 dicembre, sembra che più o meno tutte le facili profezie dell’epoca si siano pacificamente avverate. L’ammodernamento della Costituzione non era condizione sufficiente per accelerare le riforme e rimettere in carreggiata il paese, ma condizione necessaria sicuramente sì, e infatti un anno dopo è sparita dall’orizzonte del dibattito politico qualsiasi velleità riformatrice.

Leggi tutto...
28 Novembre 2017

Ciò che non fa il pubblico lo fa il pubblico. Questo, lo dobbiamo riconoscere, è il fondamento condiviso della sussidiarietà verticale italiana, di una disarticolazione del potere centrale che ha l’unico scopo di sostituire una burocrazia di stipendiati a un’altra che porta una “uniforme” più vicina ai colori del proprio territorio. Dallo Stato alle Regioni e da queste agli Enti locali.

Leggi tutto...
24 Novembre 2017

Pare che il segretario della SPD, Hubertus Heil, ieri abbia raccolto l'appello del filosofo Habermas (ultimo patriarca vivente della "Scuola di Francoforte" che tentò una rigenerazione del marxismo) di non chiudere la porta, dopo il fallimento del tentativo di Angela Merkel di formare un Governo con i Verdi e con i Liberali (sempre più risucchiati da posizioni populiste ed euroscettiche).

Leggi tutto...
21 Novembre 2017

Uno dei principali fattori di mancanza di competitività dell’economia italiana sta nell’eccessivo peso tributario, significativamente più elevato di altri Paesi comparabili. Il sistema tributario italiano, oltre che per aliquote impositive mediamente elevate, si contraddistingue per la sua complessità, che in alcuni casi determina profili di iniquità.

Leggi tutto...
20 Novembre 2017

Quando la Cgil era ancora affiliata alla Federazione sindacale mondiale (FSM), gli ospiti d’onore ai suoi Congressi erano – con l’eccezione della Cgt francese – i sindacati delle cosiddette democrazie popolari, tra i quali spiccava quello dell’URSS (il Paese guida). I sovietici, - per tanti motivi, avevano in grande considerazione la Cgil, che era pur sempre il più importante sindacato italiano.

Leggi tutto...