Istituzioni ed economia

06 Febbraio 2017

Quando Marine le Pen, nel lanciare la propria candidatura all'Eliseo, ripropone il conflitto tra 'mondialisti' e 'patrioti', chiarisce quanto sia oggi arcaica la forma della rivolta all'ordine politico globale. È un linguaggio da anni '30, quando i fascismi e i nazionalsocialismi, dopo la Grande Crisi, si accreditavano come un'alternativa non solo nazionale, ma anche sociale al modello del New Deal liberale e della democrazia capitalistica.

Leggi tutto...
06 Febbraio 2017

L’Italia è prima tra i paesi europei nella classifica della corruzione percepita. È seconda invece nella top 28 del debito pubblico (130 e passa per cento) - dopo la Grecia (170 e passa per cento). Tra gli asset della competitività nazionale, l’Italia annovera ingegneri ottimamente formati e low cost - come l’India o l’Albania. I disoccupati italiani sono una constituency inferiore di numero, in Europa, solo ai senza lavoro di Spagna e Grecia. Certo, si può sempre lavorare in nero.

Leggi tutto...
03 Febbraio 2017

Il governo Letta, nel 2013, chiuse per decreto la stagione del finanziamento pubblico diretto dei partiti, sostituendolo con un regime di misure e agevolazioni di natura fiscale (il 2 per mille e le detrazioni per le erogazioni liberali) per i finanziamenti privati, all'interno di un tetto massimo particolarmente basso e rigido (100.000 euro). Il regime transitorio di progressiva riduzione, fino all'azzeramento, degli stanziamenti previsti dal sistema precedente si è definitivamente concluso.

Leggi tutto...
02 Febbraio 2017

(Public Policy - stradeonline.it) Il PD, dopo avere accelerato con Lega, FdI e M5S sulla calendarizzazione della discussione, arriva al dunque mettendo sul tavolo non la proposta approvata dall'Assemblea Nazionale, cioè il ritorno al Mattarellum sia per la Camera che per il Senato, ma un'ipotesi che prevede di fatto la trasposizione per Palazzo Madama dell'Italicum corretto dalla Consulta.

Leggi tutto...
01 Febbraio 2017

È strana e ormai grottesca (se non altro perché va avanti da anni, come uno stanco rituale, con gli stessi argomenti e le stesse polemiche) la zuffa pubblica a furia di social, dibattiti televisivi, sui media, nelle istituzioni, nelle università, tra europeisti e antieuropeisti, tra pro-euro e no-euro. Sorprende per l'autoreferenzialità: come se il futuro della Ue fosse una questione di semplice buona volontà nell'applicare modelli, norme e procedure astratte.

Leggi tutto...
31 Gennaio 2017

Di Alexandre Bissonnette, canadese, accusato dell'eccidio nella moschea di Quebec City, dovremmo onestamente pensare, come di tanti volontari del jihadismo fai-da-te, che il detonatore della violenza stia nel rapporto tra la sua debolezza psichica e la forza 'redentrice' del castigo inferto agli infedeli o agli invasori, tra l'alienazione dell'assassino e l'illusione di riappropriarsi di un'identità purchessia attraverso il delitto.

Leggi tutto...
30 Gennaio 2017

Un voto d’aula sul Mattarellum. Non chiediamo altro, visto che i margini per un lavoro oculato e sereno su una nuova legge elettorale appaiono inesistenti (o, almeno, così dicono le forze parlamentari). Si presenti in uno dei due rami del Parlamento la proposta di legge di ripristino del sistema elettorale in vigore alle elezioni del 1994, 1996 e 2001 e si offra all’opinione pubblica una fotografia plastica di chi è a favore e chi è contro.

Leggi tutto...
26 Gennaio 2017

Il contributo al disordine politico-istituzionale offerto dalla Consulta in questa legislatura sarà magari prezioso - per gli amanti del disordine, in primo luogo - ma è decisamente impressionante sia in termini qualitativi che quantitativi. In materia elettorale e previdenziale, come sul pubblico impiego e sul federalismo, la Corte Costituzionale si è ritagliata il ruolo di Signor No alle principali riforme approvate.

Leggi tutto...