Terza pagina

13 Ottobre 2016

Sciascia diceva che 'nulla di sé e del mondo sa la generalità degli uomini, se la letteratura non glielo apprende'. Vista dalla parte dell'effetto ogni forma di fantasia e creazione artistica potrebbe allora chiamarsi letteratura. Vista dalla parte del mezzo la letteratura non ha confini così smisuratamente ultraletterari e non è neppure qualunque uso creativo e fantastico delle parole.

Leggi tutto...
12 Ottobre 2016

Il Vangelo è socialista? Rileggendo Wilhelm Röpke a 60 anni dalla morte e dalle battaglie di una vita intera spesa contro il collettivismo, a partire non tanto da considerazioni economicistiche ed utilitariste ma da un approccio schiettamente etico ed umanitario, l’attualità di questa domanda – nel tempo di un rinnovato collettivismo non più ideologico e scientifico ma demagogico e populista - si appalesa, a mio parere, come decisiva.

Leggi tutto...
07 Ottobre 2016

In un contesto storico ed economico contraddistinto dall’espandersi, inarrestabile, di nuove e più complesse esigenze, derivanti dai processi di globalizzazione economica e interazione culturale, la necessità di politiche e di una regolazione efficace rivolta ai soggetti portatori di interessi particolari e del loro rapporto con il decisore pubblico impone una riflessione attenta, in particolare sul fenomeno 'lobbistico'.

Leggi tutto...
22 Settembre 2016

Si nota al ministero: non si figlia! Si tromba poco o tardi oppure male! Invito vi darem, ministeriale, perché si allarghi la vostra famiglia. E lì s’attacca tutto il parapiglia, avanti di clessidra maniacale, fertilità che par sacrificale, sicché l’ormone più non si ripiglia. Dal ministero non ci si scoraggia: Non fatevi le canne con i negri, ma siate bionde, cattoliche, floride! Di là dell’Alpe vien scelta più saggia, s’atteggiano a goderla un po’ più allegri, a scuola parlan pure di clitoride.

Leggi tutto...
21 Settembre 2016

Ho scritto un romanzo e ne voglio parlare personalmente agli amici di Strade perché mi sembra più diretto che sollecitare una recensione, e per altri motivi che capirete dopo. Il libro si intitola 'Le Lupe', è edito da Baldini e Castoldi, è nelle librerie dal 22 settembre. È una storia di ingiustizia insopportabile che incrocia alcuni casi autentici che ho seguito da giornalista ma spesso guardandoli con gli occhi di una madre, di una sorella, di una figlia.

Leggi tutto...
16 Settembre 2016

Può l’arte contemporanea portarci a riflettere sulle emergenze politiche e sociali? L’arte e la politica una volta marciavano a braccetto e sembravano avere molto da dire e da imparare l’una dall’altra. Oggi le cose non stanno sempre così, anche se non mancano autorevolissime (e decisamente interessanti) eccezioni. Ad esempio, Ai Weiwei è un artista cinese noto in tutto il mondo per il suo impegno politico e in ambito sociale.

Leggi tutto...
15 Settembre 2016

Sono passati più di 160 anni da quando un Gustave Flaubert esasperato dall'ottusa incomprensione dei suoi contemporanei esclamò 'Madame Bovary c’est moi': ma lui era un fine intellettuale dell’Ottocento e la sua provocazione probabilmente scivolò addosso ai più, come tra qualche giorno scivolerà nell’oblio la scomparsa di una ragazza che ha ceduto sotto il peso schiacciante di una società fondamentalmente maschilista.

Leggi tutto...
08 Settembre 2016

L’8 settembre 1966 andava in onda negli Stati Uniti il primo episodio di Star Trek, serie televisiva destinata, insieme ai numerosi seguiti e alle versioni per il grande schermo, a esercitare un’influenza smisurata sull’immaginario di tre generazioni di spettatori, presentando un futuro in cui la creatività e la conoscenza scientifica hanno eradicato povertà e malattie, e in cui i popoli hanno conseguito una pace duratura.

Leggi tutto...