Scienza e razionalità

11 Giugno 2014

Gli ultimi in ordine di tempo ad aggrapparsi al treno dell’autismo per propagandare la propria personale agenda sono stati gli animalisti e gli attivisti vegani della PETA, che hanno riportato in auge una vecchia campagna pubblicitaria nella quale si sostiene l’esistenza di un legame tra i disturbi dello spettro autistico e il consumo di latte di mucca. Questo legame, inutile dirlo, non esiste. Esiste solo la profonda disonestà intellettuale, che va in casi del genere ben oltre i limiti della crudeltà, di chi non si fa scrupoli a sfruttare la sofferenza delle persone e le loro legittime ansie e paure di fronte a patologie per le quali la scienza non ha ancora trovato una soluzione. Un mondo nel quale ciarlatani e spacciatori di miracoli a buon mercato si trovano perfettamente a loro agio.

Leggi tutto...
16 Maggio 2014

Quasi fosse tutto uno scherzo estremo e pessimo, a partire dal decreto-legge del 22 dicembre 2011, n. 211, poi convertito con modificazioni dalla legge del 17 febbraio del 2012, n. 9, che fissava la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) al 31 marzo 2013, tale scadenza sembrava essere stata in ultimo prorogata al 1° aprile 2017 su richiesta avanzata della Conferenza delle Regioni, in ragione dei tempi necessari per la costruzione delle residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (rems).

Leggi tutto...
08 Maggio 2014

L’evento “La bufala è servita: tra scienza e pseudoscienza” (vedi progetto 2013), promosso da Italia Unita Per La Scienza con l’aiuto organizzativo di Città della Scienza, ANBI e Pro-Test Italia, nasce dalla necessità di far fronte al problema della disinformazione scientifica che è motivo di degrado sociale e culturale.

Leggi tutto...
17 Aprile 2014

Nella città di Macenta, in Guinea, gli abitanti hanno assalito i veicoli di Medici senza Frontiere, convinti che fosse il personale medico l’origine dell’epidemia di Ebola che da alcune settimane sta flagellando il paese. Succede spesso dove ci sono epidemie, ed è un fenomeno al quale il personale medico delle ONG è abituato. Anche dalle nostri parti, però, c’è molta confusione, e in questi ultimi tempi su Ebola se ne stanno sentendo e leggendo di tutti i colori. D’altronde le cacce agli untori le abbiamo inventate noi, secoli fa, e spesso ci ricadiamo.

Leggi tutto...
07 Aprile 2014

Quando facciamo un esame medico per agevolare una diagnosi o verificare il decorso di una malattia, corriamo il rischio di incappare nei cosiddetti "incidental findings". Il test può rivelarci informazioni inattese che riguardano certo il nostro stato di salute, ma che non hanno nulla a che vedere con il motivo per cui abbiamo eseguito l'esame. Un esempio? Le TAC possono rivelare l'esistenza di tumori. Non abbiamo richiesto questa informazione, e tuttavia dobbiamo farci i conti. Con l'avvento della genomica in medicina, le cose stanno diventando sempre più complicate.

Leggi tutto...
29 Marzo 2014

Della bufala della presunta relazione causa-effetto tra vaccini ed autismo abbiamo parlato in più occasioni (qui e qui). Strade oggi aderisce all'appello pubblicato su Le Scienze, e invita i propri lettori a sottoscriverlo e a diffonderlo. Per informare correttamente, cosa che nel nostro piccolo ci sforziamo costantemente di fare. E perché la pseudoscienza e la cattiva informazione sui temi riguardanti la salute pubblica non vengano più trattati con indulgenza, a cominciare dalle istituzioni. Potete aderire lasciando i vostri dati nei commenti sulla pagina di Le Scienze QUI.

Leggi tutto...
15 Marzo 2014

In Italia, l’ultima grande epidemia di morbillo risale al 2002. In quell’occasione, nella sola Campania, su circa 40.000 bambini malati, ci sono stati più di 600 ricoveri ospedalieri, 15 encefaliti e 6 decessi. Basterebbe questo per ricordarci che il morbillo è una cosa seria. Anche se molti di noi lo ricordano come un evento sgradevole ma quasi ineluttabile al quale bisognava far fronte durante l’infanzia, non grave proprio perché molto comune, fino al 1963 (quando è stato introdotto il vaccino) il morbillo e le sue complicazioni uccidevano ogni anno nel mondo due milioni di bambini.

Leggi tutto...
05 Marzo 2014

Alcuni giorni fa, era circa la metà di febbraio, una amica, brava giornalista scientifica, ha postato sulla sua pagina Facebook un breve estratto di un comunicato stampa che le era passato per le mani in redazione. Un esempio, diceva, di quello che non dovrebbe mai apparire su un organo serio di informazione. Si trattava di intolleranze alimentari.

Leggi tutto...