L’antibiotico-resistenza sta diventando, silenziosamente, una delle grandi emergenze sanitarie del nostro tempo. Per farvi fronte occorre abbattere le barriere tra settori produttivi, discipline scientifiche e ambienti sanitari, e soprattutto mettere in rete dati certi sul consumo dei farmaci antibiotici. Anche il settore zootecnico italiano si sta finalmente adeguando a questa necessità.

Il contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Se sei già abbonato effettua il Login altrimenti abbonati subito e leggi tutti i contenuti.

Abbonati