Si scrive CRISPR, si legge "crisper". Stiamo parlando della più grande innovazione biotech dai tempi della PCR, la tecnica per amplificare gli acidi nucleici inventata negli anni 80 dall'eclettico Kary Mullis. Promette di rivoluzionare tutti i settori in cui troverà applicazione, dalla medicina all’agricoltura, e secondo alcuni commentatori sarebbe talmente potente che l'unico limite concreto al suo utilizzo sarà la creatività dei ricercatori.

Il contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Se sei già abbonato effettua il Login altrimenti abbonati subito e leggi tutti i contenuti.

Abbonati