Innovazione e mercato

28 Novembre 2014

Nessun punto di vera eccellenza, molti risultati rasenti alla mediocrità e qualche indice pessimo. Così si presenta l'Italia all'Indice delle Liberalizzazioni 2014 presentato ieri come ogni anno a partire dal 2007 dall'Istituto Bruno Leoni (IBL), think tank liberale e liberista, presso l'Istituto Luigi Sturzo a Roma. Lo studio è volto a misurare il grado di apertura dei mercati in diversi settori dell'economia.

Leggi tutto...
25 Novembre 2014

L'Italia non brilla certo per la sua competitività, il Global Economic Forum, nel suo rapporto 2014-2015, ci colloca al 49mo posto, e ce lo giochiamo con Kazakistan e Costa Rica. Certo, stiamo un po' meglio della Federazione Russa, ma siamo dietro a paesi come Porto Rico o Thailandia, che non si definirebbero propriamente avanzati. Il rapporto, impietoso, ci colloca inoltre nell'Europa di serie B, aggiungendo che, a differenza di alcuni nostri compagni di viaggio, non registriamo nemmeno segni di miglioramento.

Leggi tutto...
18 Novembre 2014

La settimana scorsa la nostra azienda ha partecipato a una delle fiere più importanti al mondo nel settore delle macchine agricole. Abbiamo avuto la sgradita sorpresa di trovare esposta, in un altro stand, la copia Made in China della macchina da noi prodotta. È vero, forse avremmo potuto investire qualche soldino in più e allertare il nostro solito avvocato, invece di affidarci ad altri lì presenti, tanto fumosi quanto inefficaci. 

Leggi tutto...
10 Novembre 2014

Ho letto con interesse l'articolo di Andrea Arrigo Panato sulla crisi di credibilità del Made in Italy. E' qualcosa con cui il mio team si confronta quotidianamente, dal momento che operiamo a livello globale e la politica di marchio è fondamentale. Made in Italy è una bella storiella che ci raccontiamo tra di noi, ma è ormai solo uno dei tanti componenti dell'immagine di un'azienda. 

Leggi tutto...
07 Novembre 2014

La scarsa competitività del Paese sta modificando la percezione di un marchio Made in Italy tradizionalmente molto trasversale e rivolto ad un pubblico ampio e variegato. Se da una parte ci consola che il marchio Made in Italy sia sempre più focalizzato sull'alta gamma, appare preoccupante che per i marchi premium questo non rappresenti più un elemento cosi distintivo.

Leggi tutto...
25 Luglio 2014

Straordinaria serie di non sequitur del professor Marcello Buiatti su l'Unità. Il professore, che fregiandosi del titolo di unico-scienziato-contrario-agli-OGM si è garantito un pulpito perenne pressocché ovunque in un paese che non ha ancora compreso i limiti di applicazione della par-condicio, risponde ad un articolo sulla stessa testata firmato da Gilberto Corbellini, nel quale lo storico della scienza ricordava la figura di Manlio Rossi Doria e criticava l'involuzione luddista ed anti tecnologica della sinistra sui temi dell'innovazione in agricoltura.

Leggi tutto...
09 Luglio 2014

Ieri avete pubblicato sul vostro sito un video in cui chiedete a Matteo Renzi e Matteo Fago, il vostro editore, di salvare la testata dal fallimento. Devo confessarvi che lo trovo molto triste, quasi patetico, per diversi motivi. State strumentalizzando la figura di Gramsci, le vostre posizioni personali, le vostre gravidanze e le vostre famiglie senza affrontare l'unico vero problema: ormai da anni il vostro giornale è irrilevante, è letto da pochissime persone e NON contribuisce più al dibattito pubblico.

Leggi tutto...
02 Luglio 2014

La tassa sulla copia privata, eufemisticamente chiamata "equo compenso", è al centro di un dibattito che si trascina da diversi anni con intensità altalenante. Alle accuse di diverse associazioni dei consumatori, che hanno fatto notare il carattere arbitrario e vessatorio della tassa, hanno fatto seguito le risposte piccate di esponenti del Governo e della SIAE che hanno difeso il provvedimento. È opportuno quindi fare un po' di chiarezza sull'iter storico della norma e sulla logica ad essa sottesa (ammesso che esista).

Leggi tutto...