Diritto e libertà

23 Agosto 2016

Abbiamo seguito con un certo disorientamento il dibattito scaturito attorno al c.d. burkini. L’assurda questione, però, è utile per far uscire allo scoperto una volta di più quella politica che vede nel primato dello Stato la soluzione di ogni male: un divieto come questo, infatti, è figlio di una visione assolutamente statalista della società.

Leggi tutto...
11 Agosto 2016

Il caso Schwazer dimostra probabilmente che la geopolitica dell'antidoping ha sostituito (o ricompreso) quella del doping, un po' come l'antimafia in Italia è stata per una parte lotta alla mafia dello Stato e per altri versi anche lotta della mafia allo Stato e spettacolare travestitismo legalitario dell'illegalità.

Leggi tutto...
08 Agosto 2016

Trovo grave che dal fondatore dell'Ucoii, Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, Hamza Piccardo sia arrivata la rivendicazione della poligamia come diritto civile, fosse pure una provocazione. Assai più grave della condanna delle unioni omosessuali, che invece accomuna Piccardo a molti politici e commentatori italiani, prevalentemente di orientamento cattolico.

Leggi tutto...
03 Agosto 2016

Nelle ultime settimane, la travagliata vicenda parlamentare della pdl di legalizzazione della cannabis si è intrecciata con quella, ancora più travagliata, di un uomo, Fabrizio Pellegrini, quarantasettenne musicista di Chieti, rimasto vittima dell'attuale legislazione proibizionista in materia di droghe.

Leggi tutto...
01 Agosto 2016

Secondo un’opinione che sta circolando in questi giorni, l’applicabilità delle nuove regole del bail-in anche alle obbligazioni subordinate già emesse al 1° gennaio 2016 non darebbe luogo ad alcuna applicazione retroattiva della legge sulla risoluzione delle banche (il D.Lgs. 180/2015 di recepimento della Direttiva BRRD), e sarebbe anzi una salutare misura di educazione finanziaria.

Leggi tutto...
21 Luglio 2016

Com’è noto, il principale problema degli attentati terroristici che negli ultimi due anni hanno insanguinato le cronache internazionali (e che rende il fenomeno difficilmente prevedibile) ha a che fare con i cosiddetti foreign fighters, seguaci della jihad non integrati (o direttamente legati) all’organico dell’Isis, ma combattenti ispirati a distanza dai proclama del Califfo.

Leggi tutto...
20 Luglio 2016

Sulla questione dell'Islam e della guerra, che periodicamente ritorna a galla dopo ogni attentato che insanguina le città occidentali e monopolizza un dibattito pubblico perennemente in cerca di nemici interni da fustigare piuttosto che di soluzioni da proporre: è proprio il fatto di essere in guerra a suggerire moderazione del linguaggio, e coscienza delle conseguenze delle cose che si dicono e che si scrivono.

Leggi tutto...
20 Luglio 2016

I tragici eventi in Turchia ci servano, almeno, a rivedere alcune categorie obsolete. Le categorie in questione sono quelle di democrazia e libertà. In Turchia una parte dell’esercito ha tentato di prendere il potere con la forza. Si è trattato di un colpo di stato nel senso classico del termine, un tentativo di instaurare un regime autocratico contro un governo democraticamente eletto.

Leggi tutto...